Risanare strutture in C.A. significa procedere al recupero delle strutture in calcestruzzo ammalorate che presentano ossidazione dei ferri (recuperabili).

Il cemento armato è stato usato per decine di anni per la costruzione di strutture come edifici, ponti, dighe, viadotti, silos, ecc., con la convinzione, rivelatasi poi errata, che non avesse alcun problema di durata. La realtà ha dimostrato invece che questo materiale per edilizia non dura per sempre e necessita di protezione.
La principale causa di degradazione del calcestruzzo è la reazione chimica tra l’anidride carbonica, l’acqua ed il cemento. Questo processo, porta alla formazione di sali di calcio che vengono successivamente asportati dall’acqua, privando le strutture in ferro della loro protezione.
La corrosione delle armature di metallo inizia quando l’acqua le raggiunge in presenza di ossigeno, instaurando dei fenomeni elettrochimici che portano alla corrosione dei ferri. Molte altre sostanze, di origine naturale o meno, normalmente presenti nell’ambiente, possono influire sul degrado del cemento armato reagendo con il calcestruzzo o accelerando la corrosione del ferro. Dato che la ruggine, che si forma in seguito a questi fenomeni, ha un volume maggiore del ferro (circa 2,5 volte), si originano elevate pressioni all’interno delle strutture con conseguenti sgretolamenti. Anche il gelo, espandendo l’acqua assorbita dal cemento non protetto, aumenta la gravità del fenomeno.
Tutti questi fenomeni sono irreversibili e progrediscono nel tempo causando un indebolimento delle strutture.
L’ Impresa dei F.lli Domenighini in collaborazione con importanti partner del settore offre un servizio di ripristino delle strutture in c.a. come balconi, gronde, pilastri, travi, ecc di piccole, medie o grandi dimensioni utilizzando i migliori prodotti e le migliori tecnologie presenti sul mercato.

PHOTO GALLERY DAI CANTIERI